La dignità del lavoro per lo sviluppo della persona

Il 30 novembre, ore 17.00, presso il CSV Lazio in via Liberiana a Roma, il Movimento Nazionale Per i Diritti Umani organizza il convegno “La dignità della persona per lo sviluppo del lavoro”.

 Il convegno intende proporre la dignità del lavoro come una preziosità che si concretizza come dono e rispetto che va oltre lo scambio circolare nel tempo e nello spazio e produce sviluppo.

Sempre più spesso alla parola lavoro si associata quella crisi. Crisi del lavoro, crisi economica, crisi pandemica, ecc.
Il “tempo di crisi” che stiamo vivendo aiuta a comprendere quanto l’inquietudine e lo smarrimento a noi contemporaneo sia in realtà un “tempo di riflessione” utile e meditare e comprendere gli errori e le difficoltà già compiute per trovare delle valide soluzioni ai problemi concreti che stiamo vivendo.
Questo “tempo di riflessione” affida a ciascuno il compito di discernere su ciò che è giusto fare, centellinare ogni movimento economico, familiare, sociale e statale per costruire il futuro.
Un futuro in cui il perno del lavoro sia la dignità affinchè la persona raggiunga lo sviluppo umano, sociale e civile. Si comprende così come la prospettiva di indagine più consona a riconsiderare il lavoro come
strumento di benessere personale e sociale sia l’attenzione alla dignità prima ancora che al profitto.
Una prospettiva che assume i caratteri di quella che nello scorso secolo Jacques Maritain e Adriano Olivetti avevano chiamato Antro-Economia.
Un modello che coinvolge riflessioni di carattere antropologico, etico, economico e politico per superare quella crisi che è soprattutto crisi dei valori e crisi della persona stessa. Riconsiderare oggi il lavoro prima dal punto di vista antropologico e morale e poi sotto il profilo economico significa collaborare a definire la dignità il fondamento dello sviluppo umano. L’AntroEconomia è una sfida non facile ma obbligata per poter costruire una società più umana.

All’interno della manifestazione spazio anche il momento presentazione dell’associazione Mo.Na.DU. (Movimento Nazionale per i Diritti Umani) e del suo impegno di crescita per il Paese.

Obbligatorio Green Pass e mascherina.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.