Nuova consulta servizio civile con CSVnet come nuovo membro

Il 21 luglio si è costituita la nuova Consulta per il servizio civile universale, in base ai criteri di rappresentatività stabiliti nel 2017 dal decreto legislativo che regola il settore (40/2017) e che vede tra i suoi 23 membri, per la prima volta, CSVnet.

Si tratta di un riconoscimento importante per l’associazione nazionale dei centri di servizio per il volontariato, che nelle scorse settimane, tramite il suo ufficio nazionale, aveva tra l’altro coordinato la presentazione di ben 218 progetti sul nuovo bando, redatti da 15 Csv accreditati di 11 regioni, i quali offrono ai giovani un totale di 2.824 posti per il servizio civile.

La Consulta è composta da 9 componenti, scelti tra gli enti iscritti all’Albo di servizio civile universale, 3 sono designati dalla Conferenza delle regioni, 3 dall’Anci, 4 in rappresentanza degli operatori volontari, 4 nell’ambito dei coordinamenti tra enti: tra questi appunto CSVnet, che ha indicato Ivan Nissoli (presidente del Csv di Milano) e come supplente Antonio D’Alessandro (vicepresidente del Csv Lazio).

Viviana Caruso

Post author