Intesa per il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore

Il 10 settembre è stata approvata la bozza del decreto che disciplinerà funzionamento e operatività del registro unico nazionale del terzo settore (Runts). La Conferenza Stato-Regioni ne ha, quindi, ha approvato la bozza e ora si attende l’approvazione definitiva da parte del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Dalla sua pubblicazione sono previsti 6 mesi per la realizzazione della piattaforma informatica, in cui si integreranno i diversi vecchi registri regionali di iscrizione di Odv e Aps.
Il decreto prevede 40 articoli che disciplinano il funzionamento del Runts, in particolare le procedure di iscrizione e cancellazione degli enti, la loro migrazione da una sezione all’altra, la tipologia di documenti da presentare per l’iscrizione, la modalità di deposito degli atti e di trasmigrazione degli enti, le regole di gestione del registro e il funzionamento dei relativi uffici, le modalità di comunicazione con il Registro delle imprese.

Il Runts comprenderà sette sezioni previste:

  • organizzazioni di volontariato,
  • associazioni di promozione sociale,
  • enti filantropici,
  • imprese sociali,
  • reti associative,
  • società di mutuo soccorso,
  • altri enti del terzo settore.

 

Viviana Caruso

Post author