Il CSV Basilicata su approvazione del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione comunale per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani”

Il CSV Basilicata su approvazione del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione comunale per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani”

Il CSV Basilicata esprime grande soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Potenza, avvenuta lo scorso 13 dicembre, del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione comunale per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani”. Il Regolamento, in applicazione del principio costituzionale di sussidiarietà, disciplina la collaborazione tra cittadini attivi e Comune, al fine di tutelare e preservare i beni comuni della città.

Quello della tutela dei beni comuni è un tema che ha visto negli anni il CSV Basilicata impegnato in un percorso di valorizzazione della cittadinanza attiva, fatto di obiettivi comuni e costante collaborazione. Un percorso in cui il CSV Basilicata crede da tempo. Già nel 2011, “Anno Europeo delle attività del Volontariato che promuovono la cittadinanza attiva”, con il progetto “Municipi Partecipati”,  ben 60 Municipi lucani hanno aperto le porte (solitamente chiuse di sabato), consentendo alle organizzazioni di volontariato dei territori di riferimento, ai cittadini residenti e agli stessi amministratori locali di attuare, per un giorno, con metodologie e strumenti appositamente approntati, la sperimentazione di processi decisionali partecipati e innovativi, orientati all’adozione di percorsi di democrazia partecipativa.

Con l’evento del 2016, “La Carovana dei Beni Comuni”, organizzato in collaborazione con il Co.Ge. (Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato di Basilicata) e con LabSus (Laboratorio per la Sussidiarietà), il CSV Basilicata ha voluto far conoscere e promuovere, presso le Amministrazioni Comunali della Basilicata, le Organizzazioni di Volontariato e gli altri enti del Terzo Settore lucano, l’adozione di Regolamenti e strumenti per l’amministrazione condivisa dei beni comuni, nella convinzione che le pratiche della solidarietà trovano compiutezza e senso principalmente in un orizzonte di cittadinanza responsabile. Attraversando la Sinnica, una delle più grandi arterie della regione, la Carovana si è spostata dallo Ionio al Tirreno, toccando le due “sponde” della regione, ognuna con le sue peculiarità in tema di beni comuni e di benessere, unite dall’interesse per la tutela dell’ambiente, la cura condivisa dei beni comuni e la promozione dello Sviluppo Sostenibile.

Due momenti, a distanza di tempo, che rappresentano solo una parte del lavoro svolto negli anni, che ha coinvolto Associazioni, cittadini e istituzioni e che, grazie al Comune di Potenza, si concretizza in questo Regolamento, punto di partenza fondamentale per continuare a lavorare insieme, per rafforzare il senso di appartenenza e i legami di comunità, portare alla luce buone pratiche, energie e risorse e far sì che la cittadinanza attiva trovi, con il sostegno di tutti, il suo vero protagonismo.

sonia salicone

Post author